pillole d’estate

Posted: 27 giugno 2017

Pillole d’estate. Anche da voi l’estate ha bussato e si è fatta strada con prepotenza? Qui nel milanese è torrida e afosa, anche se in questi ultimi giorni ci sta dando una tregua grazie ai temporali. Ma sono sicura che il caldo tornerà e allora urgono consigli mirati per affrontare la calura!

L’anno scorso sulla mia pagina Facebook avevo lanciato le #pilloledestate: piccoli consigli settimanali per vivere con equilibrio la stagione estiva. Quest’anno le ho riprese, pubblicando ogni martedì semplici infografiche per darvi qualche spunto e qualche informazione in più su quelli che sono gli ingredienti dell’estate. Però ho anche deciso di raccogliere i consigli più pratici in un articolo, tutto per voi!

Buona lettura!

Dieci piccoli consigli sparsi:

  1. idratazione #1: acque aromatizzate e infusi
    Con il caldo e l’aumento di temperatura è opportuno idratarsi adeguatamente. E l’unica bevanda che disseta veramente è l’acqua! Per renderla più “golosa” possiamo creare delle acqua aromatizzate. Prepararle è semplicissimo: bisogna scegliere la frutta (agrumi, i frutti di bosco, ananas, melone e anguria), le erbe aromatiche e spezie (menta, basilico, rosmarino, chiodi di garofano, zenzero fresco) e metterla in una brocca di vetro; quindi schiacciare un po’ la frutta per fare uscire parte dei succhi, aggiungere l’acqua e lasciare in infusione in frigorifero un paio d’ore. Alcuni abbinamenti: lime&limone, lime&menta, limone&zenzero, arancia&mirtilli, anguria&rosmarino,  Un’altra idea per fare delle acque aromatizzate last-minute è preparare dei cubetti di ghiaccio con erbe aromatiche e frutta, da far sciogliere in un bicchiere d’acqua! Ottimi anche gli infusi, meglio se da erbe e frutti essiccati (quelli presi in erboristeria, non in bustina!): ai frutti di bosco, alla ciliegia e more, alla vaniglia, alla menta e lime oppure anche al karkadè!
  2. idratazione #2: altolà bibite fredde e zuccherate
    Inizio con un avviso: attenzione a bere l’acqua gelida appena tolta dal frigorifero in un solo sorso. Questo comportamento, magari appena rientrati in casa sudati dopo una giornata di lavoro o un allenamento, può infatti causare un blocco della digestione e sicuramente portare a una sudorazione più intensa (strano meccanismo termoregolatorio del nostro corpo). E poi le dannate bevande zuccherate, che non dissetano, anzi…mettono sete!! Oltre ad avere un contenuto spropositato di zuccheri. Diamo i numeri in termini di cucchiaini: un brick del famoso tè freddo ne contiene 5 , un ghiacciolo 3, una lattina di aranciata 8. E per chi se lo sta chiedendo, sì anche le versioni zero sono da evitare, perché ingannano il nostro organismo.
  3. merende fruttate
    La frutta è la scelta più saggia per rinfrescarsi, ma stando comunque attenti a non esagerare, perché anche la frutta è zuccherina. Certo è la scelta più adeguata per la merenda di grandi e piccini nei caldi pomeriggi estivi. Anguria e melone in primis, da mangiare così come sono o da cui ricavare succhi dissetanti! Altra idea sono i frullati di frutta fresca, preparati solo con frutta e acqua (o latte vegetale non zuccherato) oppure le macedonie servite con un cucchiaio i yogurt intero biologico o greco naturale.

  4. ortaggi arancioni per la pelle
    Carote, albicocche, melone…..viva l’arancione!
    Il colore arancione di alcuni alimenti è dovuto alla presenza di beta carotene: si tratta di un carotenoide, antiossidante naturale e precursore della vitamina A. Questa vitamina è essenziale, oltre che per la crescita e per la vista, anche per la protezione della pelle. Il beta carotene infatti stimola la produzione di melanina, utile ed indispensabile per avere un’abbronzatura uniforme e duratura e per proteggere la pelle dagli effetti negativi dei raggi solari. Inserite qualcosa di arancione tutti i giorni!!!
  5. pesti e cremine per rendere i piatti gustosi
    Per condire i cereali o per accompagnare un secondo piatto sono perfetti i pesti. Si fanno molto velocemente munendosi solo di un mixer e pochi ingredienti: erbe aromatiche e/o verdure, frutta fresca, olio extravergine d’oliva e sale. Alcuni abbinamenti: rucola + mandorle; fagiolini + basilico + mandorle; menta + prezzemolo + scorza di limone; zucchine + menta + scorza di lime. Altra idea è quella di preparare l’hummus di legumi (ceci, ma anche fagioli, piselli o fave): sono perfette per intingerci la verdura cruda in pinzimonio oppure da spalmare su delle bruschette o in accompagnamento a una bella insalatona. Per prepararle basta frullare i legumi cotti con la tahina (crema di sesamo), succo di limone, olio extravergine e le spezie o erbe aromatiche che preferite (cumino, paprika, timo, maggiorana)

  6. mai provato il gazpacho?
    La ricetta che ci consente di mangiare il “minestrone” anche in estate!!
    E’ una tipica zuppa di verdura fredda dell’Andalusia e dell’Estremadura che si gusta in estate. È preparato con peperoni, cipolle, pomodori, cetrioli, frullati insieme a un po’ di pane raffermo. Se vuoi servire il tuo gazpacho in modo alternativo, prepara dei piattini con pezzetti di pane, cipolle tritate, pomodori e peperoni tagliati a pezzetti, e sistemali al centro della tavola. Ogni commensale metterà nel suo gazpacho quello che preferisce, compreso qualche cubetto di ghiaccio. Si può guarnire anche aggiungendo un cucchiaio di formaggio fresco o yogurt greco, frutta secca o semi, prezzemolo..
  7. attenzione ai piatti freddi!
    “Ho mangiato solo una mozzarella e qualche fetta di prosciutto, sono stata leggera”…Mah, abbiamo due concezioni diverse del leggero allora. Eh sì, i piatti freddi possono nascondere delle insidie. Quindi se si vuole pranzare con una caprese va bene, non che non sia possibile, ma non 2-3 volte a settimana perché si considera un pasto leggero! Infatti i formaggi, anche se freschi, contengono il 20-30% di grassi, percentuale di gran lunga elevata rispetto ad altri alimenti proteici! Serve moderazione: gli affettati (tra cui deve rientrare anche la bresaola……) devono apparire sulle nostre tavole il meno possibile, massimo massimo una volta a settimana, mentre per i formaggi 1-2 volte sembra un buon compromesso.
  8. pesce
    Cercate di aumentarne il consumo nella stagione estiva, sia a casa che al ristorante e tanto più se per le vacanza scegliete una località di mare o di lago!! Se lo comprate state attenti che sia freschissimo, e cucinatelo in giornata o il giorno successivo perché con le alte temperature fa presto ad andare a male. Un ottimo ingrediente per i vostri pasti estivi è il polipo e farlo non è così complicato quanto possa sembrare: acquistatelo intero e fresco e fatelo cuocere in una grande pentola immergendolo in acqua bollente. La cottura sarà di circa 30 minuti. Una volta cotto pulitelo togliendo la “pellicina” violacea, tagliatelo a pezzetti e conditeci una bella insalata con patate, fagiolini e prezzemolo o con rucola e fragole.
  9. insalatone di cereali
    Anche io sono un’amante di questi piatti estivi unici: insalatone di cereali (preferibilmente in chicchi) con tante verdure e anche ingredienti proteici!! Ovvio che non bisogna usare condiriso o condipasta che si trovano al supermercato: ricchi di sale e conservanti. Scegliamo invece noi gli ingredienti da aggiungere, scegliendoli buoni e freschi: tanta verdura di stagione, piselli, legumi, salmone a pezzetti, pollo grigliata a dadini, gamberetti, polipo, uova sode, formaggio in scaglie.  Il consiglio per non esagerare: non combinate più di due ingredienti proteici, per non appesantire la digestione e mantenere l’equilibrio del piatto.
  10. gelato homemade
    Fare i gelatini in casa è semplice e veloce! Se vogliamo preparare il gelato a cucchiaio basta congelare dei cubetti di latte (vaccino o vegetale senza zuccheri) e la frutta fresca lavata e tagliata a dadini.  Il giorno dopo basterà frullare bene la frutta con 1-2 cubetti di latte insieme anche ad altri ingredienti, come spezie (cannella, vaniglia, curcuma) o cacao amaro in polvere. La banana è quella che permette di conferire al gelato una golosa cremosità, quindi non dimenticatevela! Qui trovate la mia ricettina!
    Ultimamente stanno anche spopolando i gelatini su stecco, ma anche per quelli la ricetta è semplicissima: scegliete la frutta che volete (ottimo mango, papaya, cocco rapè, frutti di bosco) e frullate con latte vaccino o di cocco (o altro latte vegetale). Una volta frullato tutto assaggiate e se manca la dolcezza aggiungete un goccio di sciroppo d’acero, poi versate negli stampini e mettete in freezer! Qui la ricetta di Verdiana, collega e mamma di due gemelle!

F.

P.S. Io a Luglio e Agosto sarò operativa: andrò via solo qualche giorno ad agosto, a cavallo con Ferragosto e poi la settimana di ferie me la prenderò a Settembre! Quindi se avete necessità o volete sfruttare il caldo estivo per cambiare abitudini e intraprendere un’alimentazione più equilibrata, scrivetemi qui oppure aderite al servizio online.

Fonti e Ispirazioni: Alimentazione in Equilibrio
Foro: Pinterest, Una Marmellata di Foto

No Comments

Leave a Reply