La sfida di Gennaio – Riduci gli zuccheri

Posted: 12 gennaio 2018

da lunedì 15 gennaio a domenica 21 gennaio

E’ con questa prima sfida che vi presento uno dei progetti del 2018: ogni mese vi presenterò delle sfide, da seguire per una settimana. La settimana della sfida ha l’obiettivo di creare in voi consapevolezza: in quello che scegliete, in quello che mangiate, in come vi rapportate al cibo.

Veniamo da un periodo di feste, dove gli zuccheri non sono di certo mancati: panettone, torrone, pandoro, cioccolatini.
E ora che siete tornati alla vita di tutti i giorni, non riuscite a fare a meno del dolce?
Forse sono le vostre papille che si sono assuefatte al gusto troppo dolce!

Nel momento in cui non si riesce a fare a meno dello zucchero per 2-3 giorni, forse è il caso di dire che è il caso di riassettare le papille gustative e resettare i gusti, riscoprendo i sapori veri degli alimenti.

Ecco che vi lancio la sfida!

L’obiettivo non è dire tassativamente addio allo zucchero, ma è quello di capire e rendersi conto se si ha una dipendenza da zuccheri e cercare di uscirne. Dovrete seguire l’eliminazione totale degli zuccheri per una settimana: da lunedì 15 gennaio a domenica 21 gennaio.

Per una settimana impegnatevi in questa sfida sugarfree:
  • niente zucchero nel tè o caffè (neppure dolcificanti o stevia)
  • niente caramelle
  • niente marmellata e miele, potete sostituirla con della frutta cotta
  • niente gelati, dolci, biscotti, torte
  • niente cereali da prima colazione ricchi di zuccheri
  • niente latte vegetale addizionato di zucchero
  • niente yogurt addizionati di zucchero
  • niente bevande gassate
  • niente alimenti che contengono zuccheri o dolcificanti anche se salati

Per rendere le vostre giornate naturalmente dolci potete usare la frutta secca, la frutta essiccata e disidratata (senza esagerare), il cocco, le castagne, la dolcezza della frutta secca, la vaniglia in polvere, la zucca e la barbabietola.

Se dopo 2-3 giorni vi sentirete con la testa tra le nuvole, senza carica e senza entusiasmo…è normale! E’ uno dei segni della dipendenza da zuccheri. E’ quello il momento duro, in cui dovete resistere e al termine della settimana vi sentirete meglio.

Il pasto più difficile da rendere sugarfree è la colazione, lo so. Ma sul sito potete trovare diversi articoli e suggerimenti a riguardo, per renderla priva di zuccheri: ad esempio qui, qui e scrivendo “colazione” nella ricerca.

Durante questa settimana condividete con me, su Instagram e Facebook, le vostre coccole sugarfree usando il tag #lasfidadelladietistaIo condividerò con voi le ricette che ormai sono entrate a far parte della mia quotidianità.

“Questa sfida significa che non potrò mai più mangiare quel dolce buonissimo che mi prepara la mamma?” No, significa acquisire consapevolezza del gusto dolce, così da non esserne dipendenti e di concedersi quel dolce ogni tanto, godendoselo ancor di più.

Vi lascio i link agli articoli che avevo scritto e pubblicato l’anno scorso: qui potrete trovare un introduzione; qui un articolo su quanto zucchero assumiamo e qui consigli su come ridurlo e sostituirlo.

Pronti?

[interessanti ricette sugarfree anche sul sito di Emanuela Caorsi, correte a darci un’occhiata]

F.

No Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: