ecco la zucca

Posted: 7 ottobre 2015

Proveniente dalle Americhe, questo ortaggio tipicamente invernale dal sapore dolciastro appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee.

Protagonista indiscussa della stagione autunnale e per la sintonia con i colori della stagione, la zucca possiede delle notevoli proprietà nutrizionali, oltre alla capacità di mettere allegria.

le diverse qualità

Non esiste solamente la zucca di Halloween, ma ben quattro sono le tipologie che potremmo trovare sulle nostre tavole in questa stagione.

Le differenze stanno nella forma, nel fusto, nel colore e nella tipologia di seme. Si trovano infatti zucche gialle, bianche, verdi, allungate o tonde.

Dal punto di vista botanico troviamo la Cucurbita Maxima, Curcubita Moscata, Curcubita Pepo e Curcubita Melanosperma o, più semplicemente secondo la tradizione le prime due rappresentano le zucche da inverno e le seconde quelle da zucchini. Queste differenze di aspetto e forma però non si rispecchiano in cambiamenti dal punto di vista nutrizionale che tendono a mantenersi tali da specie a specie.

Tra le zucche più nominate e vendute troviamo l’Avalon, la piena di Napoli, la Marina di Chioggia, la Barucca Veneta, la Berrettina Piacentina, la Violina.

pumpkins_zuccale proprietà

Le virtù di questo ortaggio sono molteplici. Il notevole contenuto di fibre nella polpa di questo ortaggio, unito al fatto che è davvero ricco di acqua (95%) e povero di zuccheri, fa si che abbia un ridotto potere calorico, apportando 18Kcal per 100 grammi. La zucca fa del basso contenuto calorico una sua prima virtù: è un perfetto

Nella sua composizione non bisogna dimenticare la ricchezza di sali minerali e vitamine: è fonte preziosa di vitamina A e C (9mg), calcio (20mg), fosforo (40mg), zinco e potassio.

E’ inoltre una fonte di betacarotene, fondamentale antiossidante alleato nella lotta contro i radicali liberi, responsabili dell’ossidazione e dell’invecchiamento dei tessuti.

Un’altra, e spesso sottovalutata, virtù di questo ortaggio è caratterizzata dai semi, fonte di acidi grassi omega 3, gli stessi che sono contenuti nel pesce azzurro. Questi acidi grassi, ormai conosciuti come “acidi salvacuore” sono importanti per la salute del sistema cardiovascolare. I semi della zucca, contenuti nel cuore dell’ortaggio, sono ricchi di proteine (18,7%) e carboidrati (24%) e sono importante fonte di sali minerali, zinco e fosforo.

L’azione fondamentale è data da sostanze peculiari come le cucurbitine, i deltasteroli, le fitosterine, vitamina E, che svolge la sua azione antiossidante insieme al selenio. Presenti sono anche i fitosteroli, che aiutano a tenere a bada il colesterolo e proteine e minerali, con azione ricostituente.

Tra gli amminoacidi contenuti nei semi di zucca non bisogna dimenticare il triptofano, che concorre nel mantenimento della calma tenendo alla larga stress e agitazione. Per questo motivo la zucca, non solo i semi, sè considerata un buon alleato per coloro che soffrono di insonnia e agitazione.

Tutte queste virtù nutrizionali rendono la zucca un ottimo alleato nella prevenzione di alcune problematiche. Prima di tutto le fibre della zucca aiutano molto il nostro organismo nel mantenere il benessere intestinale, favorendo lo svuotamento gastrico e la motilità dell’intestino stesso durante la digestione. Inoltre ha proprietà lassative, utili per combattere stitichezze ed alleviare i problemi di emorroidi.

E’ una perfetta alleata anche nell’alleviare l’ingrossamento della prostata, un problema fastidioso, familiare a molti uomini, soprattutto dopo i 50 anni. L’azione benefica della zucca nella prevenzione di questa patologia sta nell’azione di alcuni amminoacidi fondamentali dei quali questo ortaggio è ricco: alanina, acido glutammico e glicina che migliorano la sensazione di minzione.

Oltre agli Omega 3 contenuti nei semi, la zucca ha un buon rifornimento di antiossidanti come i carotenoidi, che le conferiscono il colorito arancione. Questa famiglia di antiossidanti aiuta a controllare la circolazione sanguigna, i livelli pressori e, grazie a recenti studi, è stato messo in evidenza il suo ruolo nel controllo di sovrappeso e obesità.

Zucca-a-pezzetti

in cucina

La cottura si sa, modifica le caratteristiche nutrizionali degli alimenti, in particolare degli ortaggi che perdono la maggior parte dei loro nutrienti se non si presta particola- re accortezza in cucina. Per poter mantenere intatte tutte le proprietà benefiche, la zucca andrebbe cotta al vapore o lessata molto velocemente in acqua bollente salata. Molto efficace è anche la cottura al forno che, oltre a mantenere salde le sue proprietà, permette di esaltarne il sapore. Infine, molti non lo sanno, ma la zucca può anche essere consumata cruda, mantenendo intatto il pool vitaminico.

Ma se ne facciamo troppa?
Non preoccupatevi, si può congelare tranquillamente: ricavatene dei piccoli tocchetti, metteteli in un sacchetto trasparente da freezer e congelateli. Al bisogno potrete scongelarli per aggiungerli alla minestrone, al passato di verdura o per condire un piatto di pasta integrale.

F.

No Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: